Collezionando J.R.R. Tolkien

Sulle ‘Altre’ Lettere di J.R.R. Tolkien

In Documenti on 18 gennaio, 2007 at 9:50 am

[...] esistono moltissime lettere di Tolkien; e quando, con l’aiuto di Christopher Tolkien, ho cominciato a lavorare a questa selezione ci è apparso ovvio che avremmo dovuto scartare un’enorme quantità di materiale e includere solo le lettere di particolare interesse.”

Queste le parole di Humphrey Carpenter nella introduzione a La Realtà in Trasparenza. Lettere 1914-1973. Fin dalla prima lettura di questo imprescindibile volume mi sono sempre chiesto cosa, esattamente, fosse stato escluso dalla selezione. Possibile che tra le centinaia di lettere non pubblicate ve ne fossero alcune interessanti o addirittura importanti, magari lasciate indietro per cause di forza maggiore? Wayne G. Hammond è intervenuto pochi giorni fa sull’argomento, confermando i dubbi e rendendo la vicenda ancor più intrigante:

There has always been some question about […] whether there are enough letters worth publishing that are not already in Letters. […] we think [Christina Scull e Hammond] that the answer is clearly yes. In the existing collection, Humphrey Carpenter and Christopher Tolkien had a limited number of pages, but also felt that the letters most interesting to most readers would be those concerning Middle-earth. Much correspondence having to do with Tolkien’s dealings with his publishers, and with his academic career, but also letters containing interesting comments about The Lord of the Rings and other works, exists and would be worth including in a new edition — as Christina and I have proposed to HarperCollins.

Due notizie di non poco conto, dunque. La prima: i due massimi bibliografi tolkieniani ritengono senza ombra di dubbio che esistano numerose lettere mai pubblicate che varrebbe la pena portare alla luce, nell’interesse di studiosi e appassionati. Si tenga presente che Scull e Hammond hanno avuto accesso ai manoscritti originali custoditi dalla famiglia Tolkien decine di volte e in diverse occasioni hanno potuto citarli, ad esempio nel loro ultimo lavoro. Sempre Hammond:

In both The Lord of the Rings: A Reader’s Companion and The J.R.R. Tolkien Companion and Guide we use, and quote from (with permissions), many letters not in the published Letters.

La seconda: esiste, almeno a livello di proposta, un progetto per una nuova edizione riveduta ed espansa delle Lettere. Sul fato di questa seconda edizione Hammond aggiunge:

At present there appear to be no plans for a second volume of letters, or for a new, enlarged edition. […] We first proposed this years ago, and the reply was as I described: questions about the financial viability, whether there were other letters worth publishing, etc. We continue to propose it from time to time, however, so will see what occurs.

Insomma è improbabile che le “altre” lettere vedano mai la luce, ma non impossibile. A noi non rimane che augurarcelo.

About these ads
  1. Caro Orso, il tuo blog tolkieniano è sempre una preziosa fonte di spunti.
    Complimenti per l’impegno e a presto!
    Morrigan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: