Collezionando J.R.R. Tolkien

Addio Wuz

In Fuori tema on 19 gennaio, 2008 at 2:51 pm

Copertina di WuzSono ancora in libreria, la rivista appena arraffata dallo scaffale. Con la solita bramosia ne sfoglio le pagine, ne pregusto il contenuto occhieggiando i titoli, le copertine di libri ormai dimenticati fedelmente riprodotte. Gli occhi cadono sull’editoriale a firma del direttore Ambrogio Borsani. Titolo: Addio Wuz.

E’ ormai certo che sulla nostra lapide sarà scritto: Wuz 2002-2007. Sei anni. Non sono pochi per una rivista che, unica in Italia, si proponeva di dedicarsi interamente a ricostruire la storia del libro, per la prima volta, nelle sue espressioni più vaste, dando spazio a tutte le arti che concorrono a presentare un testo nella forma completa. Storia quindi di stampatori, di editori, di autori, di disegnatori di caratteri, di illustratori, di incisori, di artisti che hanno lavorato al libro come mezzo di espressione totale.

Ora che il progetto si ferma, rimane la parte compiuta. Altri faranno il resto. Intanto qualche antiquario ha già cominciato a mettere in vendita i primi numeri della rivista. Segno che Wuz potrebbe avere una seconda vita fisica, cosa che agli uomini non è garantita.

Wuz mancherà a tanti? Di sicuro mancherà a chi, mestamente, riporta la notizia della sua fine. Tanto ho imparato sbirciando tra quelle pagine: di libri, di artisti, di autori, di collezioni e collezionisti. Non ho notizie sulle cause che hanno condotto a questo epilogo. Tanto meno ho idea di chi siano gli altri a cui si accenna. Ignoro se esista già qualche progetto continuativo o sostitutivo, a cui il testo parrebbe accennare. Se qualcuno avesse notizie in merito apprezzerei molto esserne informato e con me, ne son certo, almeno altri due o tre tra i lettori di Eldamar. Per intanto, addio Wuz. E Grazie.

About these ads
  1. Caro Orome, mi fanno molto piacere le sue considerazioni.
    Riceviamo molte mail e telefonate di sostegno. Ci sono stati articoli su Repubblica, Il Sole e la Stampa, sono tutti dispiaciuti per la morte di Wuz.
    Evidentemente i lettori erano pochi ma superaffezionati.
    Ci sono in ballo un paio di proposte per rilevare Wuz. Allo stato delle cose non le so dire se andranno per le lunghe,
    se manterranno me come direttore e la mia linea, che ho inventato, non essendoci esempi simili.
    Grazie ancora e un carissimo saluto, Ambrogio Borsani

  2. Caro Borsani, la ringrazio per le informazioni. Vi auguro di cuore di riuscire a portare avanti l’esperienza di Wuz, in un modo o nell’altro. Se ci saranno novità e vorrà farmele pervenire provvederò immediatamente a diffonderle attraverso Eldamar.

  3. Grande Wuz!
    Spero in un suo ritorno, che si continui il cammino intrapreso, con lo stesso scrupolo e la stessa grazia ed eleganza.
    E’ una delle poche riviste che amo e che non vorrei perdere, non solo per il gusto della ricerca storica di certe vicissitudini editoriali ma perchè contribuisce a creare la coscienza del “fare” un libro, della sua costruzione fisica appunto, della sua storia che è viaggio umano d’intelligenze. Una dimensione questa, a mio vedere, assolutamente necessaria, oggi più di sempre.
    Non a caso, che dire dell’attenzione della rivista ai libri d’artista? Che Wuz ritorni, col suo direttore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: