Collezionando J.R.R. Tolkien

Introduzione alla Mythopoeic Society e a Mythlore

In Documenti, Studi e Saggi on 30 gennaio, 2008 at 11:37 am

La Mythopoeic Society è una associazione senza fini di lucro dedita alla promozione dello studio, della discussione e al godimento della letteratura fantastica e mitologica. L’associazione persegue i suoi fini attraverso la pubblicazione di libri e periodici, l’organizzazione di conferenze annuali, la gestione di gruppi di discussione, l’attribuzione di premi e riconoscimenti e altro. L’associazione è particolarmente interessata alle opere di J.R.R. Tolkien, C.S. Lewis e Charles Williams, membri prominenti dell’informale circolo letterario oxfordiano conosciuto come gli “Inklings“.

E’ questo il charter di una delle più interessanti associazioni internazionali dedite allo studio delle opere di J.R.R. Tolkien. Tra i suoi membri, collaboratori e simpatizzanti la Society annovera alcune delle penne più brillanti in circolazione, il contributo delle quali da generalmente i migliori frutti su Mythlore, la rivista accademica della associazione che proprio in questi giorni celebra in pompa magna i primi cento numeri. Gli articoli pubblicati su Mythlore sono reperibili attraverso la sottoscrizione alla rivista, che può essere fatta anche senza aderire alla associazione, oppure gratuitamente all’interno del circuito bibliotecario universitario americano.

Ci ha sorpreso dunque scoprire che da qualche tempo è possibile consultare liberamente online l’intero contenuto di alcuni numeri di Mythlore, non molti per la verità. Sul sito della associazione non si fa cenno a questa opzione e forte è la sensazione che questa possibilità non sia contemplata dalla Society stessa, anche alla luce della recente pubblicazione a pagamento dell’indice dei primi cento numeri della rivista. Potremmo sbagliarci naturalmente e ci auguriamo di essere presto smentiti, in ogni caso vi segnaliamo questa opportunità. Per invogliarvi e limitandoci al numero più recente, Fall-Winter 2007, riportiamo alcuni titoli quanto meno promettenti: The Center of the Inklings: Lewis? Williams? Barfield? Tolkien? di Diana Pavlac Glyer; The Enigma of Radagast: revision, melodrama, and depth di Nicholas Birns; Archaeology and the sense of history in J.R.R. Tolkien’s Middle-earth di Deborah Sabo; Imitative desire in Tolkien’s mythology: a Girardian perspective di Hayden Head; Tolkien as a child of The Green Fairy Book di Ruth Berman.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: